torino

Noi alunni di 2 BL, 2CL e 2SA dal 14 al 17 marzo siamo stati in viaggio d'istruzione a Torino, la prima capitale d’Italia! Il primo giorno abbiamo avuto la possibilità di visitare il centro storico, osservando maestose opere architettoniche come Palazzo Reale, Palazzo Madama, Palazzo Carignano, etc. La visita è stata arricchita dai racconti forniti dalle guide su svariati e curiosi aneddoti della vita torinese.
Il secondo giorno a ci siamo diretti al Museo Egizio, la visita è durata un paio d’ore e la guida ci ha spiegato come venivano mummificati i corpi, come è possibile decifrare i papiri, ci ha parlato degli usi e costumi degli egizi, di alcuni dettagli della loro vita quotidiana e molto altro. A mezzogiorno circa ci siamo spostati al Museo dell’Automobile dove, tramite l’esposizione delle varie auto originali, viene ricostruita la storia dell’automobile e la sua evoluzione. È un luogo che, in maniera accattivante, coinvolge il turista con le ambientazioni, i filmati e le stanze interattive. Nel primo pomeriggio siamo tornati in centro per il pranzo e poi ci siamo recati tutti assieme al Museo del Cinema in cui, per la visita libera, ci siamo divisi in gruppi e ognuno aveva a disposizione quanto tempo voleva. Ospitato alla Mole Antonelliana, il museo si suddivide in vari settori e ripercorre la storia del cinema dalle origini ai giorni nostri con un itinerario suggestivo e interattivo.
Il terzo giorno (17 marzo 2019) abbiamo visitato la Reggia di Stupinigi (nella foto) riserva di caccia dei re sabaudi e le loro tombe conservate all'interno della Basilica di Superga.
Insomma, Torino si è rivelata una città signorile e al tempo stesso moderna, dove abbiamo trascorso giornate primaverili indimenticabili!

Andrea Ghirotto 2BL e Iris Gelain 2CL.

olimpiadi scienze

Mercoledì 27 marzo 4 ragazzi del triennio e 4 del biennio del liceo, che hanno superato precedentemente le selezioni iniziali dei ‘Giochi di biologia e scienze della Terra’, accompagnati dalla professoressa Simeti Claudia, hanno partecipato a Mestre (VE) alle fasi regionali dei suddetti giochi. Dopo un viaggio in treno, i ragazzi erano tutti seduti nell’aula magna del liceo “R. Franchetti” assieme agli altri studenti  classificati della nostra regione, e qui hanno cominciato la nuova gara. Le prove del biennio differivano ovviamente da quelle del triennio, ma entrambe erano strutturate in sei parti con piccoli testi e domande a crocette, spaziando su tutte le branche principali della biologia e delle scienze della Terra, dai bacini idrografici ai procarioti. Tutti i ragazzi avevano a disposizione ottanta minuti, al termine dei quali il fascicolo doveva essere immediatamente consegnato. Gli alunni del Masotto sono stati in grado di concludere la gara tutti prima dello scadere del tempo. Auspichiamo quindi nuovi risultati positivi per il Masotto!

Francesco Furlan 2CL

villapojana3

Un successo dopo l’altro a Villa Pojana! Anche oggi, domenica 24 marzo, moltissimi visitatori, circa 500 solo nella mattinata, hanno partecipato al progetto "Fai" di primavera. Le  aspettative circa questa villa erano molto alte e la sorpresa più grande per i turisti è stato ritrovarsi a contatto con guide giovanissime, volenterose e ben preparate. Da molti villa Pojana è stata descritta al pari di un "gioiellino" da valorizzare, d'altronde un architetto come Palladio, di certo non poteva deludere le aspettative dei visitatori, i quali, suddivisi in gruppi numerosi, si sono dimostrati collaborativi e molto interessati. Per alcuni l'esterno è apparso un po' spoglio e semplice, mentre altri lo hanno elogiato proprio per la sua classicità e armonia.fficaci e particolarmente apprezzate anche oggi le visite guidate in lingua, in inglese e pure in spagnolo!Buona continuazione!Elisa Cavedon 4CL

villa pojana

Sabato 24 e domenica 25 marzo dalle 10 alle 19 (ultimo ingresso gruppo 18,30) in occasione delle Giornate FAI è possibile visitare VILLA POJANA. I visitatori saranno accompagnati dai volontari del FAI e da 48 CICERONI LICEALI formati dai docenti di storia dell’arte, professori Gianni Ciscato e Saul Costa, per illustrare il meraviglioso esito architettonico di Andrea Palladio.

L.A.

villapojana4

1500 visitatori a VILLA POJANA:

Si sono concluse le giornate del Fai di Primavera in cui è stata aperta la Villa di Pojana del grande architetto Andrea Palladio. Si sono presentati ben 1500 visitatori spinti dalla curiosità e dalla voglia di conoscere l’arte del territorio. Questi hanno elogiato il fatto che a presentare la Villa siano stati dei giovani studenti volenterosi e preparati. Inoltre, hanno sottolineato che dovrebbero esserci più eventi del genere per sfruttare meglio le ricchezze spesso sconosciute del nostro territorio. Infine la Villa, semplice e funzionale, ha soddisfatto le aspettative dei visitatori che hanno concluso la visita soddisfatti e contenti.

Da parte di noi studenti l’esperienza, tra arte e bellezza, tanto impegnativa quanto entusiasmante, si è rivelata una grande opportunità per rendere competenze le nostre conoscenze. Auspichiamo tanto che si possa ripetere!

Elia Boscarini 4C

villapojana2

Le giornate Fai di Primavera sono iniziate al meglio nel soleggiato pomeriggio di sabato 23 marzo. I numerosi turisti, giunti da tutta Italia, sono stati guidati nella visita della splendida Villa Pojana dai 48 ciceroni del nostro liceo che con grande entusiasmo li hanno condotti alla scoperta di questa meravigliosa Villa Palladiana.
Segnaliamo in particolare le visite guidate in inglese per i turisti stranieri che si sono presentati oggi.

I nostri ciceroni vi aspettano numerosi anche domani, Domenica 24 marzo, dalle ore 10:00 alle ore 19:00!

Beatrice Canevarollo 4CL

21 Marzo 2019, anche l'Istituto Masotto è presente alla manifestazione contro le mafie. Le classi 3AS, 3BS e 4AS del Liceo delle Scienze Umane si sono recate a Padova e hanno partecipato al corteo, organizzato da Libera, con studenti provenienti da tutta Italia. Il nostro Istituto ha testimoniato in favore di un futuro limpido, senza la minaccia delle associazioni mafiose, che inquinano il territorio. La partenza del corteo ha avuto luogo dal Piazzale Boschetti e l'arrivo è stato a Prato della Valle. I nostri studenti erano in prima fila, a seguito dello striscione "Studenti contro le mafie, la mafia è una montagna di merda". All'arrivo vengono letti i nomi di tutte le vittime innocenti di mafia. Quindi il discorso di Don Luigi Ciotti (recentemente incontrato anche dai nostri compagni di quinta in teatro a Noventa) che sostiene con voce ferma che la mafia é presente da tempo anche in Veneto e, più in generale, al Nord.
Nel pomeriggio gli studenti hanno assistito a nove diversi seminari di approfondimento sulla presenza delle mafie nel nostro territorio.
L'esperienza è stata entusiasmante, formativa e unica.
Nandapi Stella, 3BS