Vajont2019
 
Venerdì 26 aprile le classi 3ª AS, BS e CL sono state accompagnate al Vajont (in provincia di Pordenone) per visitare la diga e il parco circostante. Successivamente sono state accompagnate alla mostra “La catastrofe del Vajont - uno spazio della memoria” nel comune di Erto in cui si sono potuti osservare grafici dettagliati e foto relative ai momenti precedenti e successivi la tragedia.
È stata quindi raccontata la storia della diga, costruita in un luogo non adeguato a causa dell’instabilità del Monte Toc, ma realizzata a regola d’arte, tanto che è tuttora in piedi, ma in quel tragico 9 ottobre 1963 l’acqua aveva superato il livello di sicurezza per  i paesi che sorgevano intorno alla diga e a causa di un forte temporale si era deciso di svuotare velocemente l’invaso in quanto il monte Toc vi stava scivolando dentro; questo rese però il processo solo più veloce e la frana provocò un onda talmente alta da superare la diga e radere al suolo il paese di Longarone causando 2000 vittime.
Vedere i luoghi di questa tragedia è stato per i ragazzi un’esperienza molto forte dal punto di vista emotivo ma anche una grande e attualissima lezione di responsabilità civica che li ha resi consapevoli di quanto, ieri come oggi, tanti disastri italiani siano spesso tragedie annunciate nelle quali, come disse Tina Merlin in quei terribili giorni, “tutti sapevano, ma nessuno si mosse”.
 

Chiara Bosna (3ª BS) e Anna Cecchetto (3ªAS)  

 

Aquileia

Il 30 aprile 2019 le classi seconde del liceo linguistico, scienze umane e scienze applicate hanno trascorso la giornata ad Aquileia e a Grado, in provincia di Udine. Partiti dall'istituto alle 7.30 con due autobus per arrivare a destinazione alle 10.30, le classi sono state suddivise in due gruppi, ognuno con la propria guida, per visitare la Basilica di Santa Maria Assunta e il museo archeologico di Aquileia. Ci ha colpito nell'immediato lo splendore della pavimentazione a mosaico e la bravura degli artigiani che con maestria sono riusciti a realizzare un'opera di tale grandezza. Finita la pausa pranzo, alle ore 13.30 ci siamo diretti al porto di Grado e abbiamo attraversato la laguna grazie ad un battello, per giungere sull'isola di Barbana e visitare il santuario lì presente. Il viaggio sul battello è stata un'esperienza suggestiva; il fatto poi di aver avuto una veduta sia sul mare sia sulle Alpi Carniche ci ha lasciati senza fiato.Dopo una breve passeggiata sul lungomare di Grado siamo rientrati verso le 19.20 a Noventa Vicentina stanchi ma molto soddisfatti dell'uscita.

Angelica Bellucco e Lara Meneghini 2AS

Dopo il bowling integrato nel mese di dicembre, il progetto “Sport per tutti, gioco anch'io” è continuato con l'attività principale del progetto: il Baskin.

Considerato uno sport di squadra inclusivo che abbatte diversità di genere, età, abilità e competenze motorie, il baskin ha portato in campo gli studenti dell’Istituto Masotto e gli ospiti della Fondazione Stefani per condividere i valori e il divertimento del gioco di squadra.

Gli eventi sportivi di baskin svolti sono stati i seguenti:
Sabato 9 febbraio 2019, circa cinquanta studenti dell’Istituto Masotto e dieci ospiti della Fondazione Stefani hanno partecipato al Baskin Day, organizzato dell'Istituto, che si è svolto all'insegna della collaborazione e della solidarietà. I partecipanti sono stati suddivisi in tre squadre e hanno giocato in uno scambio di ruoli continuo. Ciascuno ha contribuito al successo della giornata, comunicando gioia ed entusiasmo agli altri partecipanti, agli insegnanti e agli operatori, che li hanno preparati a raggiungere questo traguardo nel corso dell'anno.
Giovedì 21 marzo 2019, la fase provinciale di Baskin si è svolta a Montecchio. Due squadre dell’Istituto Masotto sono scese in campo contro le squadre degli Istituti di Montecchio e di Arzignano. L’evento, che è parte del progetto “Baskin@scuola”, è stata una testimonianza di impegno e di condivisione. E, nonostante il risultato finale delle singole squadre, ogni partecipante ha vinto perché questo è il significato di “giocare insieme” e il senso di “sport per tutti.”
Un grazie a tutte le persone coinvolte per l’esperienza vissuta: agli studenti per la costanza nella partecipazione, agli insegnanti e agli operatori per il prezioso supporto.

Il progetto “Sport per tutti, gioco anch'io” proseguirà con l'atletica leggera e con la manifestazione a Creazzo il giorno 2 maggio 2019 e le fasi successive.
La referente: Maria Rodighiero

 

debate2019

Sabato 4 e domenica 5 Maggio alcuni studenti del nostrom istituto hanno preso parte ad una gara di dibattito tenutasi presso il Collegio Vescovile Barbarigo di Padova. Gli studenti si sono confrontati con squadre di altre scuole superiori, sostenendo varie tesi; per ogni scontro vi erano tre giudici e due squadre, composte da 7 persone ciascuna. I ragazzi, nonostante alcune difficoltà, hanno affrontato la gara dimostrando sicurezza e rispetto per gli avversari. Sebbene alcune delle altre squadre fossero particolarmente forti, “i Brancaleoni” del Masotto si sono difesi bene, riuscendo ad arrivare alla semifinale di domenica mattina e classificandosi terzi nella classifica regionale. Per i ragazzi è stata un’ esperienza molto interessante, educativa e piena di sorprese, attraverso la quale tra di loro si è creata un’intesa e un affiatamento particolari che li hanno resi forti e uniti.

Chiara Bosna 3ªBS

donmilani2019

Oggi, sabato 18 maggio la classe 4 CL del nostro istituto ha partecipato alla cerimonia di consegna del premio “Don Milani” in supporto alla compagna Irene Iole Vergoli, qualificatasi al terzo posto. Il tema proposto per quest’anno era “Alternanza scuola-lavoro”, le scuole partecipanti sono state numerose e altrettanti elaborati sono stati presentati, dunque è un orgoglio per la nostra scuola essere riusciti a rientrare per la quinta volta consecutiva tra i vincitori di questo concorso che ci ha dato l'opportunità di presenziare ad una cerimonia che ci ha fatto riflettere sui valori ancora attuali della scuola di Barbiana. 

Classe 4C liceo scientifico

roma1

 Alea iacta est - è definitivo: è finalmente arrivata anche per le classi 3CL, 3BS e 3AS la fatidica gita - destinazione: Roma. Ieri, domenica 12 maggio, è iniziato il nostro viaggio: dopo l’arrivo in hotel, le tre classi si sono dirette per il pranzo in Piazza di Spagna; un gran sole e tanta voglia di esplorare a tenerci compagnia. La successiva tappa è stata niente di meno che “er Colosseo”; nonostante l’iniziale grandinata che ci ha fatto dubitare, il tempo è stato dalla nostra parte. La sera, invece, ci siamo diretti a Trinità Dei Monti, per ammirare il panorama sotto il chiaro di luna - così si è conclusa la prima giornata per le tre fortunate classi: sfiniti e soddisfatti!

Emma Gasparato 3CL

SECONDO GIORNO

Roma2019 3

Oggi, lunedì 13 maggio, secondo giorno della gita a Roma delle classi 3^AS-BS-CL, abbiamo visitato il roseto di Roma capitale, che è un giardino con oltre  500 varietà di rose dai colori sgargianti e dall'inebriante profumo , capaci di creare  un'atmosfera romantica e fiabesca.
Nel pomeriggio abbiamo ammirato  la celebre Ara Pacis Augustae , una tappa non prevista ma molto apprezzata.
Dopo ci siamo recati nella Chiesa di San Luigi dei Francesi, dove sono conservate tre opere del celebre  pittore Caravaggio.
Sulla strada del  ritorno immancabile sosta  a piazza Navona, celebre per la fontana dei fiumi in cui abbiamo assistito ad uno spettacolo di 5 giovani ballerini.
Infine abbiamo concluso la giornata facendo una passeggiata tra le luci della città prima  al Quirinale e poi alla Fontana di Trevi dove siamo stati sorpresi dalla pioggia.
 
*CLASSE 3^AS*

TERZO GIORNO

Roma2019 2

Oggi 14/5/2019 visita ai Musei Vaticani. Abbiamo visto quadri, statue e soffitti in oro. Siamo poi passati alla Cappella Sistina che ha conquistato tutti con l'enorme Giudizio Universale che governava l'intera parete alle nostre spalle.
Dopo pranzo abbiamo visitato il Padiglione delle Carrozze all'interno del quale sono conservati tutti i mezzi di trasporto usati dai Papi nel corso della storia.
In seguito abbiamo visto Piazza San Pietro in tutta la sua grandezza e fascino. Abbiamo velocemente visto Castel S. Angelo e siamo rientrati.
È stata una giornata molto piacevole oltre che ricca.


Alessandra Muraro 3BS