Nel pomeriggio di lunedì 21 gennaio 2019 le classi 4CL e 5BR, accompagnate da 3 professori, si sono recate al tribunale di Vicenza per partecipare ad un processo penale simulato.


A dirigere questo processo è stato il presidente del tribunale, Alberto Rizzo, che, insieme ad un magistrato, ha dapprima illustrato agli alunni le varie fasi di un processo e i diversi ruoli delle componenti coinvolte. Dopo questa breve introduzione hanno diviso alunni e professori nei diversi ruoli (avvocati, pubblico ministero, indagati, testimoni e giudici) per dare inizio alla simulazione, durante la quale si è analizzato un reato di furto. Nell’aula destinata alla simulazione è stata subito notata da molti studenti l’affermazione presente in ogni aula giuridica “La legge è uguale per tutti”; ciò significa che tutti i cittadini davanti alla legge sono uguali, senza distinzioni di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali.

La legge è uguale per tutti, anche se non tutti sono uguali.

Studenti e professori sono stati molto soddisfatti di questa esperienza, in quanto ha dato loro la possibilità concreta di testare una situazione inedita. Inoltre è stata un’opportunità molto formativa in quanto studenti e alunni hanno partecipato in modo interattivo e hanno potuto vedere e capire come è strutturato un tribunale e come viene istruito un processo.

Beatrice Primolan 4CL